Calcio Sport

Violazioni al Fpf, l’Uefa apre un’inchiesta sul Manchester City

Nel mirino 150 milioni di versamenti da parte dell’Abu Dhabi United Group, a rischio la Champions
Web Hosting

Il Manchester City finisce nuovamente nel mirino dell’Uefa a causa del FairPlay finanziario. è stata la stessa Uefa ad annunciare l’avvio di un’inchiesta nei confronti dei Citizens ‘che si concentrerà sulle diverse presunte violazioni al fair play finanziario che sono state rese pubbliche di recente in varie testate’, l’ultima in ordine di tempo la tedesca Der Spiegel riguardo accordi commerciali e sponsorizzazioni per il club che rimanderebbero alla stessa proprietà dello sceicco Mansur.
Come se non bastasse, nei giorni scorsi ecco scoppiare il caso dei giocatori minorenni, che dapprima coinvolto il Chelsea e poi il City, accuse dalle quali il club si è difeso così: ‘Il Manchester City accoglie l’apertura di un’inchiesta formale della Uefa come un’opportunità per portare a termine le speculazioni frutto di hackeraggio illegale e pubblicazioni di e-mail fuori contesto. Le accuse di irregolarità finanziarie sono totalmente false’. L’inchiesta della Camera Investigativa dell’Uefa si concentra in particolare sull’Abu Dhabi United Group, il fondo d’investimento riconducibile al patron del City Mansour, attraverso il quale il club avrebbe incassato circa 150 milioni in maniera impropria. Se i sospetti verranno confermati, le conseguenze per la squadra di Pep Guardiola potrebbero essere molto gravi. Si parla infatti di una probabile esclusione dalla prossima Champions League…

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting