Calcio Sport

Uefa: rieletto Ceferin, Italia al centro dell’Europa. ‘Ora investite sugli stadi’

Il Congresso di Roma: previsti 5,7 miliardi di entrate nel prossimo bilancio dell'organismo europeo
Web Hosting

Lo sloveno Alexander Ceferin è stato rieletto presidente in Italia e con il sostegno dell’Italia al termine del 43° Congresso Ordinario dell’Uefa che si è tenuto a Roma. Si è conclusa così la visita romana del numero uno del calcio europeo che venne eletto per la prima volta nel 2016 succedendo a Michel Platini e che è destinato a restare in sella fino al 2023.
Per quella data molte cose saranno cambiate, ma a questo punto sicuramente non ci saranno stati il Mondiale per Club e la Global Nations – Ceferin non le vuole prima del 2024 -, mentre partirà la Champions-SuperLega, ci sarà un nuovo calendario internazionale e probabilmente i gol fuori casa nelle coppe non varranno più il doppio. A Roma Ceferin è stato accolto con tutti gli onori dal suo elettore Gabriele Gravina,che ha incassato i complimenti per come l’Italia ha affrontato il problema del razzismo, che ha ricevuto con piacere l’invito all’Italia a ‘investire negli stadi per restare al passo’ e che in queste ore sta adoperandosi per mediare i difficili rapporti con la Fifa di Infantino. Su questo fronte le tensioni sono a mille, specie dopo la dichiarazione pubblica di Ceferin che ha dato parere negativo sul Mondiale a 48 squadre in Qatar, sentendosi immediatamente rispondere da Infantino che ‘non decide Ceferin ma le federazioni’. Durante il soggiorno italiano Ceferin ha avuto modo anche di fare visita a Papa Francesco e di rafforzare l’asse già solidissimo con l’associazione dei club europei (Eca) capitanata da Andrea Agnelli. Il messaggio contro la SuperLega (‘Tutte le settimane Psg-Juve, che noia sarebbe’) è un ulteriore passaggio a favore dell’Italia, mai così forte al centro dell’organismo europeo con Michele Uva, Evelina Christillin e lo stesso Agnelli nell’Esecutivo, con Giorgio Marchetti vice-segretario, Roberto Rosetti capo degli arbitri e Andrea Traverso Responsabile FairPlay. C’è massimo accordo anche sull’utilizzo in Champions League del Var, il cui debutto sarà soltanto tra una settimana in Roma-Porto e Manchester United-Psg dopo i troppi errori dell’ultimo periodo. A margine del congresso, per inciso, si è celebrato il successo di questi quattro anni di presidenza attraverso le cifre notevoli dell’esercizio di bilancio 2017-2018 Uefa: ricavi per 2,790 miliardi di euro, in leggero calo rispetto al 2016-17 (2,836 miliardi), la cui maggior parte deriva dagli accordi per i diritti tv (2,236 miliardi di euro), oltre a 450 milioni di ricavi commerciali, 23 milioni dai biglietti, 25 dall’hospitality e 35 di altri ricavi. Per il prossimo anno le entrate previste sono pari a 5,7 miliardi per la stagione 2019-20, sulla spinta dell’organizzazione di Euro 2020…

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting