Scuola Società

Scuola, al via le iscrizioni (solo) online: c’è tempo da lunedì al 31 gennaio

Web Hosting

Due settimane d’anticipo sui tempi ‘tradizionali’, sufficienti per mettere in crisi gli studenti alle prese con la scelta e i loro genitori. Con l’intento di evitare il caos dell’ultimo minuto, che più volte a settembre ha visto i ragazzi in classe senza insegnati, il Governo ha scelto di aprire le iscrizioni all’anno scolastico 2019/2020 diversi giorni prima, dal 7 al 31 gennaio. Lo scorso anno la finestra per completare la procedura era durata dal 16 gennaio al 6 febbraio, mentre nel 2015 si era aperta il 22 gennaio per concludersi il 22 febbraio.

Sarà la vicinanza alle vacanze di Natale o il coincidere dell’apertura delle iscrizioni con la data del ritorno sui banchi, ma l’idea di dover scegliere la scuola superiore spaventa gli studenti. Un sondaggio condotto da Skuola.net in collaborazione con Radio24 rileva che il 44% dei ragazzi di terza media non ha ancora deciso quale tipo di scuola superiore vuole frequentare l’anno prossimo. Consci dell’importanza della decisione, poiché l’89% dichiara di considerare le scuole superiori come un ‘passaggio chiave’ anche in vista dell’ingresso nel mondo del lavoro, vivono male il dover scegliere in anticipo rispetto ai propri predecessori. Sicuramente l’aver avuto meno tempo a disposizione ha influito sulle attività di orientamento fatte dalle scuole, anche se gli incontri organizzati dagli istituti hanno riscosso più successo degli altri anni: li ha frequentati l’87% dei ragazzi, rispetto all’80% del 2017.
Il sondaggio ha chiesto ai ragazzi anche la tipologia di istituto scelta.

Come da tradizione ormai, la maggior parte (quasi 2 ragazzi su 3) ha optato per il liceo, mentre il 21% si è espresso in favore di un istituto tecnico e il 9% di un istituto professionale. Al sud è forte la preferenza per il liceo, nel quale vorrebbe studiare il 71% degli intervistati, mentre al nord c’è maggiore propensione a valutare i tecnici, più indirizzati verso il mondo del lavoro.

Dalle 8 di lunedì mattina, in ogni caso, sarà possibile iscrivere i propri figli alla prima classe di tutti gli ordini d’istruzione: elementari, medie e superiori. Da lì ci saranno tre settimane di tempo, fino alle 20 di giovedì 31 gennaio, per completare le procedure. Se per i più piccoli la scelta spetterà ai genitori e sarà influenzata soprattutto da motivi logistici e organizzativi, per i più grandi l’ultima parola spetterà ai ragazzi, chiamati a decidere il tipo di istituto da frequentare per i prossimi cinque anni.

La procedura per le diverse tipologie di scuola

I genitori più previdenti hanno già fatto la registrazione al portale www.iscrizioni.istruzione.it, sul quale ora dovranno completare la procedura dopo aver scelto la scuola preferita, magari utilizzando la piattaforma ‘Scuola in Chiaro’, che fornisce informazioni su tutti gli istituti italiani, comprese notizie sui risultati ottenuti all’università e sul lavoro dagli ex studenti.

Solo alla scuola dell’infanzia ci si iscrive con domanda cartacea. I posti sono assegnati ai bambini che compiono 3 anni entro il 31 dicembre 2019 e solo in seconda battuta saranno valutate le domande per i piccoli che compiranno gli anni entro il 30 aprile del 2020. A tutti gli altri ordini di scuola, come detto, ci si iscrive online. Alla prima elementare si iscrivono i bambini che compiono 6 anni entro il 31 dicembre 2019 o entro il 30 aprile, che faranno la cosiddetta ‘primina’. Nel compilare la domanda i genitori scelgono l’opzione preferita rispetto al monte ore settimanale che può essere di 24, 27, 30 o anche 40 ore e possono selezionare fino a due istituti graditi oltre a quello scelto, a cui il sistema inoltrerà comunque la domanda specificando che costituiscono la seconda o la terza opzione.

Per l’iscrizione alla scuola media la procedura è la stessa: si individua l’istituto, si sceglie l’orario settimanale (da 30, 36 o 40 ore) e si indicano fino a un massimo di due soluzioni sostitutive. Diverso è il discorso per l’iscrizione alla secondaria di secondo grado. Nel corso della procedura, sempre da effettuare online, i genitori scelgono anche l’indirizzo di studio con le diverse opzioni previste dalla scuola. Anche in questo caso è possibile indicare fino a due scelte alternative.

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting