Esteri

Russia: arcipelago in stato d’emergenza, orsi aggressivi

Web Hosting

Stato d’emergenza in Russia, nell’arcipelago di Novaya Zemlya. Come fa sapere la Bbc, qui ci sono decine di orsi polari, molto aggressivi, vicini alle case. In alcuni casi, addirittura, gli animali sono entrati in edifici pubblici e abitazioni aggredendo gli occupanti. A quanto pare, la colpa sarebbe dei cambiamenti climatici. Gli orsi polari sono costretti a scendere sempre più a sud per cercare cibo.

La Russia ha inserito gli orsi polari tra gli animali a rischio d’estinzione, dunque cacciarli è reato. Vicino al principale insediamento della zona, Belushya Guba, ne sono stati contati 52; tra sei e dieci bivaccherebbero normalmente sul suo territorio. La responsabile dell’amministrazione locale, Vigansha Musin, ha spiegato che più di cinque orsi si trovano adesso sul terreno della locale caserma dell’esercito, dove hanno le basi le forze di difesa aerea.

L’agenzia federale russa, al momento, ha rifiutato la richiesta di autorizzazione ad abbattere gli orsi più aggressivi, ma ha deciso di inviare una commissione. Lo scorso mese, il ministero della Difesa aveva annunciato di aver dovuto abbattere più di 400 edifici militare dell’epoca sovietica, tra il 2015 e il 2018, in quanto diventati ormai case per gli orsi polari.

Informazioni sull'autore

Alessandro Pignatelli

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting