Finanza

Recessione: Fed pronta ad annunciarla per imminente?

La Fed americana starebbe per annunciare un'imminente recessione economica. Lo pensano gli analisti e gli investitori, che attendono risposte pure sulla disoccupazione

Il governatore della Fed americana, Jerome Powell, starebbe per annunciare una nuova recessione all’orizzonte, quattro mesi dopo essersi insediato. Lo scrive il Wall Street Journal in vista della riunione della banca centrale americana, in programma oggi e domani, che decreterà quasi sicuramente l’aumento dei tassi di 25 punti, base, all’1,75 – 2. E sarebbe il settimo aumento da dicembre 2015. Verranno diffuse contemporaneamente le nuove stime economiche e quelle relative al numero di strette previste in totale nel 2018.

Secondo gli analisti, la Fed se ne aspetta quattro, non tre come indicato sia a dicembre 2017 sia a marzo 2018. Gli investitori staranno particolarmente attenti alle conseguenze sulla curva dei rendimenti dei Treasury, che ci potrebbero essere se la Fed segnalerà quattro rialzi dei tassi nel 2018, e alle indicazioni sulla rotta del tasso di disoccupazione. Sul primo fronte, un’inversione della curva (quando i Treasury a breve scadenza superano, come rendimento, quelli dei titoli a lunga scadenza) sarebbe il segno che la recessione si sta avvicinando. Il differenziale tra il titolo a due anni (il più sensibile alle mosse della Banca) si è portato ai minimi da oltre dieci anni, intorno allo 0,4%. L’ultima volta in cui la curva si era invertita era il 2007, poco prima della recessione, e prima del 2000.

Per quanto riguarda il lavoro, ci sarà, collegato al tasso di disoccupazione, un aumento della partecipazione della forza lavoro? Se la risposta sarà positiva, la Fed potrebbe alzare i tassi con maggiore calma. Altrimenti, l’intervento dovrebbe essere urgente.

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

Nuovo Corriere Nazionale Edizione 22 08 2018

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto