Scuola

ParlaWiki, la democrazia si costruisce a scuola: i video in gara

Web Hosting

All’Istituto comprensivo Tommasi di Lampedusa di Santa Maria di Belice, in provincia di Agrigento, la quinta C lo spiega cantando e ballando una coreografia con indosso magliette con scritte che compongono date e parole importanti. ‘A suon di… Costituzione’ è uno dei dieci elaborati finalisti di ParlaWiki, il concorso riservato alle classi quinte delle scuole elementari e a tutte quelle delle medie per illustrare i temi della legge fondamentale dello Stato. Dopo una prima fase di selezione, ora si apre la seconda: c’è tempo fino al 14 aprile per andare sul sito Camera Giovani della Camera dei deputati (www.giovani.camera.it), guardare i video e votare il proprio preferito per scegliere il vincitore. L’obiettivo del progetto, che nel 2019 compie dieci anni, è spingere i ragazzi a riflettere sul senso della democrazia e sull’importanza delle regole che governano la vita della società. A sviluppare, quindi, il loro senso civico.

I video sono molto diversi tra loro, alcun struttano lo strumento della musica approfittando della passione dei ragazzi, altri sono piò didascalici, mentre altri ancora mettono in evidenza le capacità informatiche. La quinta A della scuola primaria Falcone di Mesagne, in provincia di Brindisi, per esempio, è molto teatrale. In ‘Costituzioniano’ è la Costituzione stessa, impersonata da una giovane studentessa, a parlare di sé, della sua storia e dei suoi valori. ‘DefiniaAmo la legge’ della quinta A della scuola Tito Acerbo dell’Istituto comprensivo di Loreto Aputino, punta sulla grafica con tanto di disegni e animazioni. “Che cos’è una legge?” si chiedono i ragazzi. La spiegazione parte da lontano, da Aristotele. “L’uomo è un animale politico – spiega uno studente -, ha bisogno di stare insieme ad altri uomini. Come tale deve darsi delle leggi per convivere insieme”. E ancora “Le leggi sono norme giuridiche imposte dallo Stato e fissate per iscritto”.

Tra i lavori dei più grandi, spicca ‘Italia, una ragazza di sana e robusta Costituzione’, nel quale i ragazzi della terza G dell’Istituto comprensivo di Volpiano, in provincia di Torino, si interrogano sulla genesi del testo. Mentre la terza B dell’istituto comprensivo di Solesino e Stanghella in provincia di Padova punta tutto su ‘Sveglia! CostituzioRap da Stanghella’, la canzone rap dedicata alle “9.369 parole che ci hanno reso una nazione”. In attesa di conoscere la classe vincitrice, che sarà premiata nel corso di una cerimonia a Montecitorio, guardando i video un primo risultato sembra essere stato raggiunto: spingere i ragazzi a riflettere sul senso della democrazia costruendo il loro senso civico.

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting