Calcio

Milan-Juventus a Gedda, Malagò: “Trionfa l’ipocrisia”

Malagò sulle polemiche per Juventus-Milan a Gedda: "E' il trionfo dell'ipocrisia. O si prendeva una linea dura a luglio oppure adesso è inutile, con i cavalli che sono scappati"
Web Hosting

Il presidente del Coni Giovanni Malagò, ai microfoni di Radio Anch’io Sport, critica chi è critico nei confronti di Gedda, in Arabia Saudita, scelta per la finale di Supercoppa italiana tra Juventus e Milan e in programma il prossimo 16 gennaio. “C’è il trionfo dell’ipocrisia da parte di tante persone” dice il numero uno dello sport italiano. Che fa presente come la Lega di serie A sia un ente privato e come il bando sia stato aggiudicato lo scorso 18 luglio.

L’Arabia Saudita è stata quella che ha offerto di più. I problemi sono sorti con la vendita dei biglietti. Prima le donne non potevano entrare allo stadio, ora lo possono fare solo in determinati settori. Naturalmente, quello che accade in Arabia Saudita è da criticare e da osteggiare”. Ma qui siamo all’ipocrisia, ricorda Malagò: “Stiamo facendo la danza della pioggia perché l’Italia si qualifichi ai Mondiali che si giocheranno in Qatar, dove i diritti sono come in Arabia Saudita se non più restrittivi. Se c’era un problema con l’Arabia Saudita, bisognava dirlo prima ed escluderla dal bando”.

Infine: “O si prende una linea uguale e dura per tutti, ma io non sono d’accordo, oppure non si può fare quando i cavalli ormai sono scappati”.

Informazioni sull'autore

Alessandro Pignatelli

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting