Economia

Mediaset: si prepara l’espansione all’estero

Pier Silvio Berlusconi al Corriere della Sera: "Mediaset vuole espandersi ulteriormente all'estero e prima si fa, meglio è". Critiche al Governo: "Che ostacola le grandi industrie italiane
Web Hosting

Mediaset pensa a espandersi oltre i confini nazionali. Ne ha parlato il vice presidente esecutivo e amministratore delegato Pier Silvio Berlusconi in un’intervista al Corriere della Sera. “Ci permetterà di essere ancora più internazionali e di aumentare gli investimenti in Italia e in Spagna, dove siamo radicati, dove vogliamo restare contribuendo ad allargare ulteriormente l’industria dei contenuti”. Sarà un’operazione da fare prima di subito: “Prima si fa, meglio è. I competitor non aspettano”.

Proprio l’idea di investire ha fatto sì che il gruppo non staccasse il dividendo: “La questione non è solo investire e con quale impostazioni economico – finanziario. Il grande lavoro sta nel riuscire a costruire un nuovo modello industriale, un modello di business da media company internazionale che crei valore e sviluppo facendo di Mediaset l’unico broadcaster free paneuropeo“.

Mediaset può permettersi l’espansione dall’alto dei numeri. I conti 2018 hanno rilevato un utile record di 471 milioni, doppio rispetto alle aspettative, ricavi per 3,4 miliardi e indebitamento finanziario di 736 milioni. “Noi non ci siamo mai fermati, abbiamo continuato a spingere e oggi siamo più solidi che mai. Nel 2018, in un mercato che è calato ancora, i nostri ricavi pubblicitari sono cresciuti e abbiamo raggiunto il 39% di quota”. Oggi, aggiunge Pier Silvio Berlusconi, “per un editore italiano aver realizzato 471 milioni di utile netto e aver dimezzato l’indebitamento è una soddisfazione incredibile”.

Critiche al Governo: “Con un Paese in recessione tecnica, con una produzione industriale in netto calo e un mercato della pubblicità in arretramento, c’è di che essere orgogliosi per il bilancio 2018 che abbiamo appena approvato. E se il governo non dico ci stesse a fianco, non dico ci sostenesse, ma almeno non ostacolasse le poche grandi aziende rimaste italiane, il Paese potrebbe trarne giovamento come sviluppo e occupazione”.

 

Informazioni sull'autore

Alessandro Pignatelli

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting