Sport

Ingaggi, la Juve fa per otto. Dominio da 164 milioni

Higuain e Bonucci al top degli stipendi in A

Avere la possibilità di mettere a bilancio 164 milioni di euro per gli stupendi dei giocatori è indubbiamente un notevole vantaggio. Un vantaggio che la Juventus sfrutta mirabilmente, se è vero che ha messo in tasca il settimo scudetto consecutivo oltre alla Coppa Italia. D’altro canto, se la classifica del monte ingaggi rispecchia quasi del tutto quella del campionato, va detto che dal punto di vista economico la concorrenza nel nostro paese non è all’altezza di chi comanda: basterà dire che Atalanta, Benevento, Bologna, Cagliari, Chievo, Crotone, Spal e Udinese hanno investito complessivamente la stessa somma (167 milioni) della Juventus, ma sommando i monte ingaggi di tutte quante.
E che l’unico club che tiene in un certo qual modo testa a quello bianconero, ovvero il Milan con 117 milioni di euro di monte ingaggi, proprio a livello finanziario sta vivendo uno dei momenti più difficili della sua storia. Nella classifica apposita Juventus e Milan sono seguite da Roma (91 milioni), Inter (82), Napoli (81), Lazio (62), Torino (45), Sampdoria (37) e Fiorentina (35), rispecchiare appunto la classifica dell’ultimo campionato. Fino allo sbarco, da ieri ufficiale in Italia di Cristiano Ronaldo, il giocatore più pagato della Serie A era il centravanti bianconero Gonzalo Higuain che condivideva il primato con Leonardo Bonucci del Milan. I due giocatori percepiscono dalle società, difatti, 7,5 milioni di euro all’anno, escluso i bonus. Seguono l’altro juventino Dybala, il quale ha un ingaggio a stagione di 7 milioni di euro netti, il giovane portiere del Milan, Gianluigi Donnarumma, Douglas Costa ed Emre Can della Juventus con 6 milioni di euro all’anno. Per vedere un giocatore non di Juve e Milan bisogna scendere al quarto posto dove con 4,5 milioni netti a stagione vi sono appaiati, insieme a Miralem Pjanic, Edin Dzeko della Roma e Mauro Icardi dell’Inter, che a Nainggolan darà la stessa cifra. Il predominio bianconero è anche economico, visto che nella classifica dei primi 22 ci sono 12 juventini. Senza contare che è Allegri (7 milioni) il tecnico più pagato della A, quasi il doppio del suo inseguitore Spalletti (4). Un dominio che con CR7 è destinato a diventare assoluto.

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

Nuovo Corriere Nazionale Edizione 19 07 2018

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto