Esteri

Guaidò: “Neutralità dell’Italia sconcerta”

Guaidò scrive una lettera in cui si dice sconcertato dalla neutralità italiana sulla posizione in Venezuela. L'appoggio convinto è arrivato soltanto da Matteo Salvini
Web Hosting

“Sconcerto’ per la neutralità dell’Italia sulla crisi in Venezuela. Lo ha espresso il presidente dell’Assemblea Nazionale Juan Guaidò in una lettera; ha anche inviato una sua delegazione a Roma per convincere il governo a schierarsi dalla sua parte. “Con profondo sconcerto non comprendiamo le ragioni della posizione politica italiana. Non capiamo perché il Paese europeo a noi più vicino non prenda una posizione chiara e netta contro il dittatore Maduro e non chieda, con forza, libere elezioni sotto l’egida della comunità internazionale e lo sblocco degli aiuti umanitari”.

E ancora: “Sono sicuro che il popolo italiano è dalla nostra parte, dalla parte della democrazia, della libertà e della giustizia”. Guaidò ha ottenuto il sostegno di Matteo Salvini, ma il tutto è rinviato al voto in Parlamento perché la maggioranza non è unita. Salvini ha parlato personalmente con Guaidò ribadendogli “la dura presa di posizione contro Maduro” e il “sostegno al percorso costituzionale” per arrivare al più presto a “elezioni”.

Ma la linea della prudenza sarà probabilmente quella del Parlamento. Con una risoluzione che impegni “a sostenere il dialogo per arrivare nei tempi più rapidi alla convocazione di nuove elezioni presidenziali”.

Informazioni sull'autore

Alessandro Pignatelli

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting