Governo Politica Sicurezza Sondaggi

Dl sicurezza, Salvini (43%) batte Orlando (38%)

Matteo Salvini
Sondaggio Swg. Voti ai partiti, pochi spostamenti. Le percentuali
Web Hosting

Il sondaggio di Swg per il Tg La7 mostra un avvio di 2019 senza strappi né novità particolarmente significative nel mondo politico italiano: ma le forze di governo non possono certo sorridere. Sia Lega che M5S sono in calo, seppur lieve. Il ministro dell’Interno invece può stare più sereno: nella querelle fra Salvini e i sindaci, il 43 per cento dà ragione al titolare del Viminale, mentre ‘solo’ il 38 per cento a Orlando, De Magistris e Nardella.

 

La rilevazione, l’andamento dei singoli partiti

 

Sono passati venti giorni dall’ultima rilevazione resa nota dal telegiornale diretto da Enrico Mentana. Rispetto al 17 dicembre, il Movimento 5 stelle perde lo 0,2: è al 26,3 per cento. Sempre molto staccato dalla Lega, che ora è al 32,2 per cento: lo 0,8 in meno rispetto all’ultimo sondaggio dell’anno scorso. Il Partito democratico viene segnalato al 17,3 per cento, in crescita di mezzo punto. Forza Italia resta lontana dal 10 per cento, è ‘solo’ all’8,3, in crescita di pochi decimali.

A destra, Fratelli d’Italia è al 3,8 per cento. Sotto al 3 per cento anche +Europa, l’ex Leu (Mdp, Sinistra italiana, altra sinistra) e Potere al popolo.

 

Da evidenziare comunque che, nonostante il lieve calo, l’alleanza M5S-Lega gode del favore del 58,5% di coloro che si sono espressi.

 

Da segnalare poi come la percentuale di chi non si esprime (che non equivale ovviamente a un dato sull’astensione, ma in parte è sovrapponibile) è in grossa crescita, sfiorando il 39 per cento, in aumento di quasi il 3 per cento.

 

Dl Sicurezza, le ragioni di Salvini ‘battono’ quelle del sindaco Orlando nel giudizio degli italiani

 

Matteo Salvini però ha un motivo in più per sorridere rispetto a Luigi Di Maio. Nella polemica Viminale-sindaci sul decreto sicurezza, il 43% dà ragione al ministro dell’Interno, mentre il 38% a Orlando, De Magistris e Nardella.

 

La metà degli intervistati, tuttavia, ha seguito la polemica solo “vagamente”. Un tasso di disinteresse importante, e preoccupante (da qualsiasi lato la si voglia vedere), che mostra un livello di attenzione dell’opinione pubblica ai temi più caldi dell’attualità non certo eccellente.

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting