Sport

C’è solo Gravina: così salverò il nostro Calcio

Rating, codice etico, giustizia, semiprofessionismo: ecco tutto il programma del candidato unico alle elezioni Figc del prossimo 22 ottobre
Web Hosting

Candidato unico e quindi sicuramente eletto il prossimo 22 ottobre, in queste ore Gabriele Gravina lavora per cercare il maggior numero di consensi.
Lo fa discutendo con le varie componenti del calcio italiano il programma, pubblicato ieri nel portale della Figc. ‘Un quadro più semplice ma maggiormente incisivo del sistema dei controlli nelle aree strategiche delle attività dei club sarà fondamentale per assicurare una migliore stabilità al nostro sistema sportivo – scrive Gravina nel programma -. A tal fine pochi ma mirati interventi innovatori – possibilmente di respiro pluriennale – potranno consentire di fare un deciso salto di qualità’.
CODICE DEI CONTROLLI
I troppi strumenti di controllo hanno congestionato il quadro di riferimento gestionale, che ora va semplificato. Prima di tutto ottimizzando le norme di riferimento della Covisoc, quindi tramite la creazione di un nuovo Codice dei controlli federali di facile e immediata intelligibilità. Vanno inoltre semplificati ed ottimizzati i tempi di reazione disciplinare del sistema in modo che la giustizia sia equa ed efficace ma non invasiva. Sul tema dell’iscrizione ai campionati sarà istituito un contatto diretto con le istituzioni governative soprattutto sugli aspetti fiscali e tributari, aprendo a tavoli tecnici permanenti (ad esempio con l’Agenzia delle Entrate) con il coinvolgimento di tutte le Leghe.
RIFORMA CAMPIONATI
Il progetto della riforma dei campionati di Gravina verte sui seguenti punti: ‘Competitive balance’ quale leva di attrattività dal punto di vista del prodotto e delle risorse; stabilità dei livelli agonistici; rapporti di compensazione economica; diversa e sinergica mission dei vari ambiti agonistici; capacità di valorizzare la componente giovanile nazionale. Al centro del progetto c’è la riduzione dell’area del professionismo, ‘una delle più vaste e ramificate in Europa’. In questo modo. Professionismo: Serie A e Serie B a 20 squadre; Semiprofessionismo: Serie C in 3 gironi da 60 squadre; Dilettantismo: campionati della Lnd in 9 gironi da 162 squadre.
La novità più grande sarebbe la creazione di un livello del tutto nuovo, il Semiprofessionismo per i campionati di Lega Pro, che potrebbe portare ad un allargamento di alcune disposizioni – quasi tutte rientranti nella sfera scale-tributaria – già previste per le tipologie dell’associazionismo sportivo, per il Terzo Settore o per le Onlus. Il nuovo regime sarebbe agevolato ma comunque sottoposto a vincoli e limitazioni. Inoltre Gravina prevede il graduale inserimento nella Coppa Italia dei club in base ad una sorta di ranking; per il Calcio femminile la creazione di un organismo ad hoc e per le calciatrici un diverso inquadramento giuridico.
IL RATING
Gravina prevede inoltre l’introduzione di un sistema di rilevazione della qualità gestionale e sportiva dei club (il cosiddetto “Rating”) – indirizzando gli stessi verso best practices e comportamenti virtuosi, nonchè la sistematizzazione della normativa vigente attraverso la creazione di un vero e proprio ‘codice’ dedicato.
REQUISITI DI ONORABILITA’
Andrà implementato il sistema di controllo già esistente sulla reputazione e sulla solidità finanziaria (“patronage bancario”) dei proprietari dei club, presupponendo un sistema di riscontro più celere (entro 7-10 giorni) e preventivo, al fine di consentire alle Leghe di garantire il regolare svolgimento delle competizioni, inserendo specifiche preclusioni per chi è già stato coinvolto in illeciti sportivi, amministrativi e fallimenti.
PASSAGGI DI PROPRIETA’ E CRISI
La Federazione metterà a disposizione dei club una task force specializzata di esperti e consulenti per assisterli nelle fasi di trasferimento azionario e passaggi societari.
Sarà realizzato, se necessario, un apposito albo per garantire la continuità dell’attività sportiva nel caso di insorgenza di comprovate difficoltà gestionali che possano mettere in dubbio la partecipazione del club al campionato. Le Leghe potranno far intervenire una sorta di “curatore speciale sportivo” per salvaguardare il proseguimento dell’attività.

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting