Cronaca

Brucia impianto Ama a Roma, nube tossica

Devastato da un incendio l'impianto Ama di via Salaria, a Roma. Nube tossica verso zone disabitate, ma il Campidoglio sta decidendo come intervenire e dove spostare i rifiuti che venivano lavorati in via Salaria
Web Hosting

Un incendio sta devastando i 2 mila metri quadrati dell’impianto Ama di Roma, sulla via Salaria. Densa la colonna di fumo, visibile anche da lontano, mentre l’odore di bruciato è avvertito in diverse zone della città e anche nel centro della capitale. Chiuso per precauzione un asilo nelle vicinanze. La vera emergenza è però ora la nube tossica che si è sprigionata dopo l’incendio.

“L’impianto è completamente compromesso. Che il fumo sia tossico è evidente perché stanno bruciando spazzatura, olio e plastica, ma i vigili del fuoco ci hanno tranquillizzato perché si sta dirigendo verso zone non abitate. Quindi al momento non siamo allarmati per questo. Per precauzione, l’asilo vicino al Tmb è stato chiuso”. Lo ha detto il presidente del III Municipio della Capitale, Giovanni Caudo. Carabinieri e vigili del fuoco sono al lavoro: i primi per indagare sull’accaduto, i secondi per domare le fiamme. Sono presenti 12 squadre per 40 uomini impegnati in totale.

In Campidoglio è stata convocata una cabina di regia con la partecipazione della Protezione civile e del dipartimento comunale Tutela ambientale, che monitora la qualità dell’aria. Deciderà gli eventuali provvedimenti da prendere. Il Campidoglio sta verificando le cause del rogo e come redistribuire i rifiuti della città che venivano lavorati sulla Salaria nel deposito ormai inutilizzabile.

Informazioni sull'autore

Alessandro Pignatelli

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting