Cultura Spettacoli

Andrea Bocelli compie 60 anni, i numeri dell’italiano più famoso del mondo

Web Hosting

“Vivo per lei perché oramai io non ho altra via d’uscita, perché la musica lo sai davvero non l’ho mai tradita”. Era il 1995 e da allora Andrea Bocelli la sua musica l’ha portata in tutto il mondo. Oggi, l’artista italiano più famoso (e amato) del mondo compie 60 anni, 36 dei quali passati con il microfono in mano. I numeri di Andrea Bocelli sono impressionanti: oltre 80 milioni di copie vendute, 26 album pubblicati, di cui 10 di inediti con l’ultimo ‘Sì’ in uscita il 26 ottobre. Proprio questo album, che arriva 14 anni dopo ‘Andrea’, l’ultimo disco pop di inediti, sembra essere l’album della serenità con giovani star internazionali, da Ed Sheeran a Dua Lipa, che si mettono in fila per duettare con lui, alla collaborazione speciale con il figlio Matteo in Fall on me.

Il momento d’oro di Andrea Bocelli, però, prosegue ormai da decenni, da quando nel 1993 Zucchero colse tutte le potenzialità della voce (e non solo) del tenore, non vedente dall’età di 12 anni, e lo volle con sé per Miserere, che stava preparando insieme a Luciano Pavarotti. “Oggi Miserere non la canto, perché mi rovina la voce” ha dichiarato Bocelli, che a quella canzone, però, deve tanto. Da lì in poi, dopo anni di pianobar e dischi passati in sordina, la sua carriera prese il volo, passando dal Festival di Sanremo 1994, vinto tra le nuove proposte con Il mare calmo della sera, scritta proprio da Zucchero. Oggi Andrea Bocelli non solo è il cantante italiano più conosciuto al mondo, ma anche l’artista classico più apprezzato nel globo e quello che ha venduto più dischi in Gran Bretagna.

Quantificare il suo successo non è semplice, ma alcuni dati permettono di tratteggiare le proporzioni del ‘fenomeno Bocelli’. Lajatico, in provincia di Pisa, dove il cantante è nato e risiede nel 2018 si è guadagnato il titolo di comune più ricco d’Italia, con un reddito medio pro capite di oltre 45mila euro. Il merito del primato, ottenuto spodestando Basiglio, nel Milanese, comune di residenza di Silvio Berlusconi, va proprio al più celebre dei 1.300 abitanti del paese toscano. A Lajatico, va detto, Bocelli soggiorna poco, perché la sua agenda è piena di impegni e concerti in tutto il mondo. Il compleanno, per esempio, lo trascorrerà in Brasile, dove ha in programma quattro concerti tra Porto Alegre, Brasilia e San Paolo. Dicembre, poi, sarà il mese dedicato agli Stati Uniti con sette date, di cui due al Madison Square Garden.

I dati più recenti sulle esibizioni live dell’artista sono quelli relativi al tour 2016, che risultò il 32esimo più redditizio del mondo con 23 milioni di incassi. La classifica considerava solo i concerti tenuti tra il primo gennaio e il 30 giugno di quell’anno, con le cifre destinate quindi a salire a fine anno. All’epoca il costo medio di un biglietto era di 117,4 dollari con una media di 8.643 ingressi per spettacolo e introiti per 1,5 milioni di dollari a tappa. Andrea Bocelli è amato in tutto il mondo, ma con l’America ha un rapporto speciale. Lo dimostra la stella sulla Hollywood Walk of Fame ottenuta il 2 marzo 2010, settimo italiano di sempre, e una cena. Era il 1999, il Partito Democratico di Clinton organizzava una serie di eventi per raccogliere 3 milioni di dollari per sostenere la campagna elettorale per le successive elezioni del 2000, Bocelli cantò davanti al presidente degli Stati Uniti e a 135 ospiti, a fine serata erano stati raccolti 2 milioni. Dietro il successo e la longevità di Andrea Bocelli, per sua stessa ammissione, c’è la famiglia: i tre figli Amos, Matteo e Virginia e, soprattutto, la moglie Veronica, sua manager dal 2005 e vicepresidente della Andrea Bocelli Foundation, fondazione filantropica che nel 2016 ha raccolto 5 milioni di euro di fondi. Se Andrea Bocelli la musica non l’ha mai tradita, un po’ lo si deve a lei.

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting