Spettacoli

Alain Delon: “Basta così”

Alain Delon
L'attore annuncia il ritiro dalle scence: “Non rovinerò tutto con un film di troppo”
Web Hosting

“Non rovinerò tutto con un film di troppo”. Così Alain Delon, 82 anni, in una lunga intervista concessa a Le Monde annuncia il suo ritiro dalla scena cinematografica. “Non vedo con chi potrei lavorare, tutti i registi che potrebbero dirigermi sono morti” dichiara malinconico l’attore.

Dal debutto con Godot nel 1957 Alain Delon ha recitato in oltre ottanta film, diretto da grandissimi nomi del cinema: da Luchino Visconti a Michelangelo Antonioni, da  Louis Malle a René Clément. E i titoli sono pietre miliari del cinema del Novecento come Il Gattopardo, Rocco e i suoi fratelli, solo per citarne alcuni.

Il rischio di inserire un tassello ‘sbagliato’ in una carriera sviluppatasi nel corso di mezzo secolo senza battute d’arresto sarebbe alto, secondo l’attore. Meglio chiudere prima, quindi.

La rinuncia a recitare per il cinema, però, non implica l’abbandono delle scene. “Spero di rimettermi in fretta dagli acciacchi che mi hanno fermato nell’ultimo periodo – spiega Delon – per dedicarmi allo spettacolo teatrale Le crepuscule d’un fauvè di Jeanne Fontaine”.

Un rimpianto, però, Alain Delon lo porta con sé. “In tutta la mia carriera non sono mai stato diretto da una regista donna” confessa nell’intervista “il che è quasi un paradosso, perché sono proprio le donne, che mi volevano nei film, ad avermi permesso di fare questo lavoro”. Così il protagonista de Il Gattopardo prosegue valutando la sua esperienza sul set: “Non sono un attore di scuola – afferma – non ho studiato per recitare, ho sempre vissuto i miei personaggi”.

Informazioni sull'autore

ncn

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting