Politica

Abruzzo, il voto: valanga centrodestra

Il centrodestra sfonda in Abruzzo, Marsilio nuovo governatore con il 48,03% dei voti. Crolla il M5S, Lega primo partito della regione
Web Hosting

Abruzzo al centrodestra. Marco Marsilio è il nuovo governatore della Regione con il 48,03 per cento dei voti, Il candidato del centrosinistra allargato, Giovanni Legnini, si ferma al 31,28%. Terzo il Movimento 5 Stelle con il 20,20% dei consensi. Casapound, con Stefano Flajani, arriva a malapena allo 0,47%.  Soprattutto L’Aquila e Teramo hanno dato una spinta decisiva verso l’alto al centrodestra unito.

A L’Aquila il centrodestra ha totalizzato addirittura il 53,6% dei voti. Rispetto al totale dell’Abruzzo, Legnini ha ottenuto risultati migliori nelle province dell’Aquila e di Chieti. A Teramo e all’Aquila forte arretramento per i 5 Stelle (18% e 13,2%). Le prime parole di Marsilio dopo la vittoria: “Con questa squadra daremo un futuro all’Abruzzo come meritano gli abruzzesi”.

La Lega è il primo partito della regione con il 27,54% dei consensi. Forza Italia raccoglie il 9,07%, Fdl il 6,44%, Azione Civile il 3,25% e l’Udc il 2,88%. Nel centrosinistra, il Pd prende l’11,13% dei voti, la Lista per Legnini il 5,56%, Abruzzo in Comune il 3,88%, Progressisti 3,77%, Abruzzo Insieme 2,68%, Centro Democratico 2,34%, Centristi per l’Europa l’1,31%, Avanti Abruzzo lo 0,54%. Il M5S chiude al 19,7%, Casapound allo 0,42%.

Giorgia Meloni è felice: “Giornata storica per FdI e Abruzzo. Si afferma un modello esportabile in tutta Italia”. Il M5S passa dal 40% delle politiche al 19,4%. L’ala ortodossa ora potrebbe farsi sentirsi da Di Maio su temi fondamentali come Diciotti e autonomie. In calo l’affluenza: 53,12% contro il 61,55% del 2014.

 

Informazioni sull'autore

Alessandro Pignatelli

Sfoglia Gratis l’edizione di oggi:

ULTIMA EDIZIONE NCN

on-line tutti i giorni tranne il lunedì

manifesto


Web Hosting